Ordinanza di limitazioni nell'uso dell'acqua

Con ordinanza n.3 del 18 gennaio 2018 il Sindaco Vittorio Scerbo, ha disposto le limitazioni nell’uso dell’acqua così come proposto dall’Azienda Sanitaria Provinciale con la comunicazione trasmessa in data odierna.
18 Gen2018

La nota dell’ASP con la proposta di provvedimento a tutela della salute pubblica, di seguito pubblicata, impone l’obbligo al Sindaco, in qualità di Autorità Sanitaria Locale, di intraprendere ogni azione necessaria alla tutela della salute dei cittadini.

Pertanto considerato che il problema deriva dall’approvvigionamento idrico da parte della SORICAL, a cui è stato richiesto con urgenza di mettere in azione ogni verifica del caso per controllare il valore dell'arsenico e ripristinarne il valore nel limite di legge; considerato che si rende necessario porre in essere ulteriori controlli di verifica sul parametro dell’arsenico al fine di accertare se il valore è pari a 9mg/l (conforme alla normativa) o 13 mg/l (non conforme), in virtù della possibile varianza sul valore comunicato con la nota ASP  (11 più o meno 2);   in attesa del perfetto ripristino da parte dell’ente gestore (SORICAL) dei parametri dell’acqua erogata, a scopo precauzionale e fino al ripristino del normale valore, si dispongono le limitazioni nell'uso dell'acqua su tutto il territorio comunale e, precisamente, il divieto per i seguenti usi: 

  • Alimentare, lavaggio e preparazione degli alimenti, igiene orale, lavaggio stoviglie o utensili da cucina, lavaggio apparecchiature sanitarie, lavaggio oggetti per l’infanzia (biberon, contenitore pappe, ecc.).

Il Comune provvederà ad effettuare proprie analisi di autocontrollo sul valore risultato non conforme.

Allegati: 
Condividi: