Marcellinara, Borgo dell’Arte: presentato alla Regione Calabria il progetto integrato di riqualificazione, recupero e valorizzazione

L’intervento prevede interventi per la pavimentazione del centro storico, la realizzazione di un museo d’arte contemporanea diffusa e laboratori creativi nell’immobile destinato a “Casa della creatività” per un importo pari a 1,5 milioni di euro
27 Set2018

“Marcellinara: Istmo dell’Arte. Incontri di cultura”.
E’ questo il progetto integrato che l’Amministrazione Comunale di Marcellinara ha presentato alla Regione Calabria  in risposta all’Avviso Pubblico per il sostegno di progetti di valorizzazione dei borghi calabresi.

E proprio per riqualificare, recuperare e valorizzare il borgo di Marcellinara, la Giunta Comunale, presieduta dal Sindaco Vittorio Scerbo e composta dal Vicesindaco Gianpiero Cittadino e l’Assessore Vincenzo Gariano, ha approvato un progetto integrato di fattibilità per un importo pari a un milione e mezzo di euro.

L’idea progettuale si propone di incrementare gli elementi di attrattività del centro storico, il suo potenziale turistico, con il suo conseguente recupero e riqualificazione, per la realizzazione di un museo d’arte contemporanea a cielo aperto e un festival d’arte diffusa, ristrutturando un immobile da destinare a “Casa della Creatività” e residenza degli artisti e visitatori, al fine di restituire all’antico nucleo abitato il suo alto valore strategico, unito ad un sistema di servizi culturali ed infrastrutture idonee per una migliore fruizione dei luoghi, con attenzione particolare alla sostenibilità e accessibilità soprattutto alle persone con bisogni speciali.

Il progetto così strutturato reinventa Marcellinara come Borgo dell’Arte, offrendo così una vera e propria trasformazione d’impatto sul territorio. Infatti, l’intervento prevede, innanzitutto, la riqualificazione di tutta l’area che da Piazzetta San Vito, dove ha sede la biblioteca comunale e la sala cultura,  porta alle piazze cittadine “Francesco Scerbo”, “Aldo Moro” e “San Nicola”, attraverso il rifacimento delle strade e dei sottoservizi, con la realizzazione di nuova pavimentazione in pietra locale, e l’’individuazione dei percorsi d’arte, fruibile anche ai disabili.

Su questo tragitto si snoderà il museo d’arte diffusa concepito come un percorso d’arte che inglobi i punti di forza del territorio, con installazioni temporanee e permanenti.  Il percorso punta ad offrire anche gli strumenti cognitivi necessari per apprezzare al meglio un patrimonio artistico da parte di persone non vedenti, rappresentando quindi, una nuova opportunità per un pubblico più ampio alla ricerca di un nuovo approccio con l’arte, quello della multisensoritalità.

Il percorso ideale si conclude nella nuova “Casa della creatività”, che sarà realizzata attraverso il recupero e la ristrutturazione dell’immobile polivalente ubicato in Piazza San Nicola, permettendo l’avvio di laboratori per le attività creative, con la possibilità di ospitare artisti e turisti.

Il festival d’arte diffusa, infine, sarà finalizzato a incentivare lo scambio culturale e la valorizzazione del territorio, attraverso numerosi eventi multidisciplinari di arte contemporanea lungo il percorso del centro storico quale vetrina e palcoscenico per gli artisti sull’”Istmo dell’Arte”.

Il progetto è stato condiviso nella dichiarazione di impegno al partenariato dall’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, dalla Sezione di Catanzaro dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, dalla divisione Artium di Desta Industrie, e dall’Associazione culturale Kairòs.

 

Categorie: 
Condividi: